Sedazione cosciente

La sedazione è uno stato di coscienza ridotta che viene realizzata mediante la somministrazione di alcuni farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale.
Sedazione cosciente – viene definita come una tecnica che con l’aiuto di uno o più farmaci permette di ottenere lo stato di ridotta attività del sistema nervoso centrale con lo scopo di raggiungere una condizione di rilassamento che consente di eseguire determinati interventi chirugici, e mantenere nello stesso tempo il contatto verbale con il paziente. I farmaci e le tecniche usati durante l’intervento di sedazione cosciente non portano a perdita di coscienza.

La macchina più moderna per la sedazione coscente che esiste sul mercato è AESPIRE con il quale svolgiamo la sedazione coscente e quella profonda. Ha un’area di portata ampia e lo schermo grande dove l’anestetista può seguire tutti i parametri importanti della salute del paziente. La macchina dà al paziente pace e tranquillità necessaria per ogni procedura, anche per quelli più complicati mentre, allo stesso tempo, facilita massimamente il lavoro al chirurgo, anche per quelle procedure che durano di più.

sed_new

 

Sedazione profonda – la tecnica che con l’aiuto di uno o con più farmaci permette di ottenere lo stato di ridotta attività del sistema nervoso centrale al tal punto che esso risulta in perdita completa di coscienza dalla parte del paziente. Non c’è il contatto verbale con il paziente e può essere difficile per i pazienti di mantenere da soli la funzione del sistema respiratorio. Si differenzia dalla sedazione generale nell’ampiezza di procedimenti che si possono eseguire in tale stato. La sedazione profonda, comunque, richiede la presenza dell’anestesista.


A che cosa serve la sedazione?

L’esperienza ha mostrato che l’esecuzione di una serie di procedimenti, che in teoria non provocano dolore, però sono, comunque, spiacevoli per i pazienti. I fattori che contribuiscono a questo sono vari, dall’incomodità della sedia, per i rumori sgradevoli, fino al disagio di dover sottoporsi alla sedazione locale… Perciò, la sedazione svolge un ruolo molto importante per rendere la procedura odontoiatrica un’esperienza il più gradevole possibile.

Come si svolge l’intervento della sedazione cosciente? 

Al Suo arrivo presso il studio dentistico, L’accoglieranno i membri dello staff anestesiologico che si prenderanno cura di Lei durante e subito dopo l’intervento chirurgico. Insieme a Lei guarderemo il Suo questionario sullo stato di salute e Le porremo alcune domande di base. I pazienti che soddisfano i criteri ed appartengono ad un gruppo di persone sane o di pazienti con malattia autoimmune sistemica ben controllata, possono beneficiare di sedazione cosciente. Se avrà alcune domande relative alla sedazione, Le potrà discutere con l’anestesista. Sarà informato sui dettagli riguardanti l’intervento previsto, i vantaggi e i possibili rischi Le verranno spiegati prima di firmare il consenso.

La procedura:

Dopo aver spalmato il suo braccio con l’anestetico locale, una piccolo tubetto di plastico viene inserito in una delle Sue vene periferiche, di solito sulla parte inferiore del Suo palmo oppure sull’avambraccio, attravesro il quale sarete dati i farmaci. Sarete collegati al monitoring solito – pulsossimetro (la”pinza” che effetua la misurazione della quantità di ossigeno presente nel sangue viene applicata al dito) e una cannula nasale con l’ossigeno. Se c’è la necessità si può aggiungere anche un secondo monitoring (ECG, sfigmomanometro, etc.). La sedazione cosciente si ottiene con l’applicazione dei farmaci che vengono amministrati intravenosamente fino a dieci minuti prima dell’inizio dell’ntervento e si continua con l’applicazione di essi durante tutto l’intervento. Il paziente sembra sveglio e cosciente di tutto, apre gli occhi quando viene chiesto a farlo, risponde alle domande, ma non è cosciente del passare del tempo e non prova alcuna paura. Inoltre, non gli distrubano i rumori e si sente comodo. Alla fine dell’intervento, il paziente rimane sotto controllo del nostro personale professionale per venti minuti nella sala d’attesa. Una volta que finisce l’influenza dei farmaci, Lei potrà andarsene con la persona che Le accompagna. Ci sono alcuni fattori da quali dipende il livello di sedazione necessario: il tipo della procedura, la durazione della procedura, etc. La sedazione è prevvista per gli interventi più grandi e complessi nella cavità orale che durano più di 20 minuti, ovvero per gli interventi più radicali e complicati che causano più dolore (implantologia, proteso, etc.). Si raccomanda anche ai pazienti che devono sottoporsi agli interventi più brevi, ma che sentono molta paura prima dell’intervento.

Prima di procedere con la sedazione cosciente: 

Non è consentito né bere né mangiare 6 ore prima dell’intervento fissato. Inoltre, è consentito di prendere solo acqua naturale a partire da almeno 2 ore prima dell’inizio dell’intervento.

Rivolgetevi con fiducia e contattateci per ulteriori informazioni!